FacebookSocial Media Marketing

5 Errori che bloccano le tue campagne Facebook + soluzioni

Pubblicato il
errori-che-bloccano-le-tue-campagne-facebook

Immaginati seduto alla tua scrivania, soddisfatto del tuo lavoro: hai creato una campagna Facebook che ti piace un sacco! 

Tutto sembra essere al posto giusto, la scelta dell’immagine ti è costata più di qualche ora, la scelta delle parole da usare anche, insomma, non vedi l’ora di farla partire, per vedere come va… eppure, non va.

Ma come non va? Dopo tutto il tempo che ci hai speso? Dopo tutta la fatica fatta per cercare il giusto compresso tra i vari elementi? Non scoraggiarti, andiamo a vedere quali possono essere gli errori che bloccano le tue campagne Facebook.

Gli errori che bloccano le tue campagne: facciamo chiarezza

A prima vista potrebbe sembrarti tutto a posto, ma la tua campagna non parte, non ne vuole sapere di ottenere click, visualizzazioni o engagement, dipende un po’ da che obiettivo ti sei prefissato. Ecco, partiamo proprio da qui.

1. Sicuro di aver scelto l’obiettivo giusto?

Non spaventarti, potresti aver confuso il tipo di Ad che stai facendo. Se stai sponsorizzando un link diretto al tuo sito web, ad esempio, dovresti scegliere l’obiettivo “Traffico”, piuttosto che “Interazione”, ma capisco il motivo della tua confusione.

Soprattutto se stai ancora familiarizzando con il Business Manager, la piattaforma di advertising di Facebook, è facile incappare in questi piccoli errori che potrebbero compromettere le performance della tua campagna Facebook.

target-errori-che-bloccano-tue-campagne-facebook

2. La definizione del target: troppo ridotta o troppo ampia?

Sbagliare nella definizione del target, vale a dire nella scelta del pubblico a cui far vedere la tua campagna Facebook, può essere davvero un problema.

Il rischio è che il tuo annuncio venga mostrato a persone che non sono interessate a quello che fai, dunque la campagna non performa e a te vengono i capelli bianchi.

Se il target è troppo ampio, l’annuncio potrebbe disperdersi in un mare di gente non direttamente interessata a te, se il target è troppo ridotto, i risultati ottenuti potrebbero non essere così soddisfacenti e il costo per click/visualizzione/conversione speso, probabilmente, risulterà troppo alto, rispetto a quanto previsto.

3. Il budget

Se pensi che con un paio di euro il tuo business prenda un’impennata, mi spiace deluderti, ma sei fuori strada. Certo, è vero che la piattaforma di Facebook permette investimenti minimi, per i propri Ads, ma bisogna dosare bene il budget.

Se investi un budget troppo basso, rispetto al tipo di campagna Facebook che vuoi lanciare, rischi che il tuo annuncio si fermi ancora prima di aver raggiunto 5 persone.

4. La durata della campagna

Tra gli errori che bloccano le tue campagne Facebook, potrebbe esserci la tendenza a lasciare che una campagna rimanga attiva per 1-2 giorni.

Troppo poco, fidati.

durata-campagna-errori-facebook

Ovviamente non sto parlando della sponsorizzazione di un post della pagina, sul quale puoi investire anche solo un paio di euro, che ti aiutino ad aumentare il suo engagement, ma di una vera e propria campagna.

Tieni conto che ci vogliono almeno 3 giorni prima che la campagna si assesti e definisca l’audience.

5. La landing page

Non sempre è la campagna Facebook ad avere degli errori, ma la pagina di destinazione del link. C’è chi indirizza gli utenti all’homepage del proprio sito, cosa che personalmente sconsiglio, dal momento che si trovano troppe informazioni, tutte insieme.

La landing page è uno strumento importante e deve essere costruito dosando ogni punto e contenuto, senza esagerare troppo con le call to action, ma non dimenticandosi di inserirle.

Io utilizzo il plug in di Optimizepress per costruire le mie landing page, come quella che ho realizzato per offrire il mio servizio di consulenza per ottenere il meglio dalla propria pagina Facebook.

landing-page-errori-che-bloccano-le-tue-campagne-facebook

Se noti che una tua campagna ottiene molti click, ma poche conversioni o addirittura nessuna, il motivo è strettamente legato alla landing page, alla pagina di destinazione della campagna.

Cosa fare in questi casi?

Prova a rivedere la struttura della pagina che hai creato, fai dei testi con le persone che ti stanno vicino, chiedi a chi non è del settore cosa ne pensa: l’occhio di un esterno potrebbe illuminarti su cose che dai per scontante.

Hai riscontrato altri tipi di errori che bloccano le tue pagina Facebook?

Condividile con me nei commenti!

 


2 pensieri su “5 Errori che bloccano le tue campagne Facebook + soluzioni

  1. Grazie Elisa, articolo molto interessante e utile. Io devo creare una campagna per un evento in stile vintage e swing, ma non capisco se scegliere un target selezionato (tipo swing, vintage, anni 30 etc.) oppure non selezionare il target per interesse (l’evento può magari interessare anche a delle famiglie o ai curiosi che ancora non hanno espresso interesse per il tema vintage), ma per localizzazione (è improbabile che venga qualcuno da località distanti). Questo il mio dilemma.
    Comincerò a seguirti perché è piacevole e utile leggerti 🙂

    1. Ciao Daniela e grazie per questo commento.
      Puoi sempre fare un test 🙂
      Prova a creare delle campagne da testare su diversi tipi di pubblico e poi vedi quale va meglio
      Puoi usare l’opzione split-test che trovi ad esempio nelle.campagne che hanno come obiettivo il traffico sul sito web.
      Anche perché il messaggio sarà diverso per chi si interessa di vintage e per chi invece no.
      Puoi anche creare un pubblico personalizzato sulla base delle visite al sito web (se esiste) oppure chi solitamente interagisce con la pagina
      Puoi anche creare un pubblico simile a quello dei fan della pagina. Non smettere mai di sperimentare! 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.