Statistiche di Instagram: come sfruttare al meglio i dati

Published by ElisaPasqualetto on

Studiare le statistiche di Instagram (chiamati anche Instagram Insights, in inglese) è l’unico modo che abbiamo per capire se il nostro profilo sta crescendo o meno e, quindi, se stiamo raggiungendo gli obiettivi che ci siamo posti nella nostra strategia di social media marketing.

Innanzitutto ci tengo a dire che le statistiche del tuo profilo Instagram sono disponibili solo se hai un account Business o Creator, se invece hai un profilo personale i dati statistici non potrai accedervi. Questo perché, solitamente chi ha un account personale non utilizza Instagram per vendere prodotti o servizi, ma semplicemente per svago.

Detto questo, sappi anche che l’accesso agli Insights di Instagram è gratuito, ma esistono anche una serie di tool esterni che permettono un’analisi più approfondita e che in parte risultano a pagamento, ma ne parleremo con calma, più avanti in questo articolo.

Innanzitutto, vediamo quali sono le statistiche di Instagram mette a nostra disposizione e a cui possiamo accedere grazie al nostro profilo Business.

Come vedere i dati statistici su Instagram, direttamente dalla app

Come detto all’inizio di questo articolo, per accedere agli Instagram Insights devi necessariamente avere un profilo Business (o Creator), altrimenti il simbolo delle statistiche non ti apparirà proprio.

Cliccando sulle tre lineette orizzontali che trovi in alto a destra sul tuo profilo, accedi ad un menù, la cui seconda voce è proprio “Dati Statistici”, una volta entrato, la schermata si dividerà in 3 sezioni:

  • contenuti
  • attività
  • pubblico

Vediamo una per una queste sezioni.

Sezione contenuti

Nella sezione dedicata ai contenuti, come puoi facilmente intuire dal nome, avrai una panoramica dei contenuti che hai pubblicato fino ad ora e poco sotto un dettaglio su i post del feed e le stories.

L’ordine in cui ti vengono mostrati gli ultimi 30 contenuti della settimana (tra post e stories) si basa sulla copertura degli stessi, cioè al numero di persone raggiunte. Questa è l’impostazione di default, ma cliccando su “visualizza tutti” potrai poi scegliere il parametro con cui ordinarli.

Instagram Insights: sezione contenuti

Ad esempio, il tuo interesse potrebbe essere quello di vedere quale post ha generato il maggior numero di engagement, oppure di chiamate verso il numero legato al tuo profilo o ancora di mail inviate. Le opzioni sono davvero molto e corrispondono a tutti i modi che un utente ha di interagire con te tramite il tuo account Instagram.

Puoi anche scegliere di filtrare i risultati selezionando l’arco di tempo di tuo interesse, da un massimo di 2 anni a un minimo di 7 giorni.

Sezione attività

Nella seconda sezione delle statistiche di Instagram ci vengono mostrati i dati relativi alla nostra attività. Vediamo cosa significa.

I primi dati che ci vengono mostrati riguardano la Copertura e le Impression sui nostri contenuti, mostrandoci l’andamento nell’arco dell’ultima settimana.

Grazie a queste statistiche, Instagram ci mostra in quali giorni abbiamo raggiunto il maggior numero di persone, questo può farci ragionare sul tipo di contenuto proposto ed eventualmente riproporlo in futuro per replicare il risultato.

Instagram Insights: sezione attività

Scorrendo verso il basso raggiungiamo la parte dedicata alle Interazioni e anche in questo caso Instagram ci mostra giorno per giorno quante interazioni abbiamo ricevuto sui nostri post, in termini di visite al profilo, click sul sito web, richiesta di indicazioni stradali ecc. Qui vale lo stesso ragionamento: qual è il post che ha registrato il maggior numero di interazioni? Perché? È qualcosa che posso replicare?

Sezione pubblico

L’ultima sezione delle statistiche di Instagram è dedicata al pubblico, qui possiamo avere una panoramica di chi sono le persone che ci seguono e verificare se sono in linea con il target che ci aspettiamo di raggiungere.

Il primo dato è una panoramica sui follower acquisiti e/o persi durante la settimana: un grafico colorato e di facile lettura ci mostra molto chiaramente come sta andando e ci permette di fare delle considerazioni:

  • quanti follower ho acquisito questa settimana? Ho adottato qualche strategia particolare che mi ha fatto crescere?
  • quanti follower ho perso? È una perdita fisiologica o consistente? Cosa potrebbe averla causata?

Nella seconda parte Instagram ci dice da dove provengono i nostri follower: se il nostro profilo si rivolge a italiani ma presenta una grande quantità di follower stranieri, forse è il caso di chiedersi se la strategia adottata è quella giusta oppure, in caso contrario, potrebbe essere un segnale positivo, indice del fatto che il nostro prodotto ha mercato anche altrove.

Instagram Insights: sezione pubblico

Scendiamo ancora e ci viene rivelato un altro dato interessante riguardo al nostro pubblico: l’età e il sesso.

Anche in questo caso i dati sono importanti per farmi capire se sto utilizzando il giusto tone of voice o per scoprire se il mercato a cui mi sto rivolgere l’ho individuato correttamente oppure no. Se il mio prodotto è pensato per il genere femminile, ma noto che il mio pubblico è composto in buona parte anche da uomini, forse è il caso di fare un’indagine di mercato più approfondita e scoprire come mai.

Ultimo dato di questa schermata: un grafico che ci mostra quando i nostri follower sono maggiormente online. Perchè ci serve questo dato? Per aumentare la reach organica e le impression dei nostri contenuti, ovviamente!

Scoprendo quando i nostri follower sono online possiamo programmare i nostri contenuti perché vengano pubblicati in un determinato orario e raggiungere, quindi, il maggior numero di persone possibili senza l’ausilio di una campagna pubblicitaria.

Statistiche Instagram: app e strumenti esterni per approfondire i dati

Finora abbiamo visto gli Instagram Insights a cui abbiamo accesso direttamente tramite la app, ma come anticipato all’inizio di questo articolo esistono diversi altri strumenti a cui potersi appoggiare per ricevere delle statistiche spesso più precise. Ecco qualche esempio.

Ninjalitics

Ninjalitics è icuramente uno dei tool più conosciuti a livello italiano per l’analisi dei profili Instagram. Offre una versione gratuita e diverse opzioni a pagamento, io lo utilizzo molto spesso per analizzare i profili dei miei clienti, in particolare amo molto la finestra di calcolo relativa all’engagement Rate (tasso di interazione).

FollowerStat

Molto simile a Ninjalitics per certi aspetti, anche FollowerStat presenta una versione gratuita e una a pagamento. Carino il dato relativo al valore monetario per singolo post, soprattutto se lavori con gli influencer e hai bisogno di fare una stima di spesa per un’eventuale camapagna di influence marketing.

Iconsquare

Iconsquare è in realtà uno strumento che permette di gestire i social a 360 gradi, inclusa la programmazione dei post, e ha al suo interno una sezione dedicata all’analisi dei dati.

Sicuramente è uno strumento che consiglio nella sua versione a pagamento, per la completezza dei dati, ma puoi sfruttare il tool di audit che è gratuito per avere una panoramica sullo stato di salute del tuo profilo Instagram.

Vuoi leggere altri articoli a tema Instagram? Ecco quello che ti consiglio:

Ti è piaciuto l’articolo? Condividilo!


0 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.